Linguine con pesto di strigoli e lime

Linguine con pesto di strigoli e lime

Ingredienti  per 4 persone:

Per il pesto:
100 g di strigoli
50 g di farina di mandorle
10 g lievito secco alimentare
30 g di pinoli + 10 g per decorare
Scorza di ½ lime
50 ml Olio di girasole
20 ml olio EVO
1 pizzico di sale integrale
20 g parmezzano veg

Montiano (FC)

Strigoli di Romagna 80g

Preparazione:

Mettere nel frullatore tutti gli ingredienti per fare il pesto eccetto l’olio EVO. Quindi unire gli strigoli privandoli del gambo (anche se sottile tende a rimanere duro), il parmezzano veg ( lo si trova nei negozi BIO), i pinoli (tenendone una manciata da parte), la buccia grattugiata del lime, la farina di mandorle, il lievito secco alimentare * (lo si trova nei negozi BIO) e un pizzico di sale.  A questo punto iniziare a frullare a piccoli colpi fino a ottenere una salsa cremosa, infine aggiungere l’olio EVO. Aggiustare di sale se necessario.

Cuocere la pasta in acqua bollente salata secondo il tempo indicato sulla confezione.

Nel frattempo tostare in padella per qualche minuto i pinoli precedentemente messi da parte. Basteranno 2-3 minuti, mescolandoli spesso.

Scolare la pasta al dente e saltare in padella a fuoco vivace con il pesto ottenuto per qualche minuto. Servire le linguine con un pò di  parmezzano veg grattugiato, i pinoli tostati e un filo d’olio extravergine a crudo.

Ricetta realizzata da chef Carla Casali

 

 

*Lievito secco alimentare: Il lievito alimentare in scaglie è un prodotto che utilizzano soprattutto vegetariani e vegani come integrazione naturale alla propria dieta o come alternativa a sale o formaggio per insaporire i cibi. Questo lievito, infatti, oltre che gustoso è anche un’ottima fonte di vitamine, minerali e aminoacidi essenziali, fondamentali per il benessere del nostro organismo. Nonostante si tratti sempre del lievito Saccharomyces cerevisiae, a differenza del comune lievito di birra fresco, quello alimentare in scaglie può essere utilizzato solo per insaporire ma non per far lievitare il pane fatto in casa. Il lievito in scaglie ha infatti perso questa capacità a causa del procedimento di essiccazione a cui è sottoposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *